Skip to Main Content

Breve storia

Pescatori dalla provincia del Fujian e contadini dalla provincia del Guangdong furono i primi a stanziarsi a Macao, quando era conosciuta come Ou Mun, vale a dire 'porta commerciale', per la sua ubicazione sull'estuario del fiume delle perle, ideale per il commercio da quel punto fino alla città di Guangzhou (Canton). Durante l'attività il porto faceva parte della Via della seta, con le navi che caricavano la seta per andare verso Roma.

Anche dopo che la Cina aveva cessato di essere un centro di commercio mondiale, la città di Guangzhou prosperava nel commercio marittimo con i paesi del sud-est asiatico. In seguito gli impresari locali diedero anche il benvenuto agli esploratori e ai mercanti portoghesi. Gli esploratori seguirono le orme di Jorge Alvares, che era sbarcato nel sud della Cina nel 1513, partito per trovare degli avamposti adeguati per stabilire commerci.

All'incirca nel 1550 i portoghesi raggiunsero Ou Mun, che i locali chiamavano anche A Ma Gao, 'il posto di A Ma', in onore della dea dei marinai, il cui tempio era eretto all'entrata del porto interno riparato. E i portoghesi adottarono il nome, che gradualmente cambiò in Macao, e con il permesso dei mandarini della provincia del Guangdong, fondarono una città che dopo poco tempo diventò punto franco per il commercio farà alla Cina, il Giappone, l'India e l'Europa.

Diventò anche un perfetto crocevia per l'incontro tra le culture dell'oriente e dell'occidente. La Chiesa cattolica romana mandò alcuni dei suoi più famosi missionari per continuare il lavoro di St. Francis Xavier, (che morì nelle vicinanze dopo avere convertito moltissima gente in Giappone). Fu costruito un collegio cristiano, a fianco di quelle che oggi sono le rovine della chiesa di St. Paul, dove studenti quali Matteo Ricci si preparavano per il loro lavoro come eruditi cristiani alla corte imperiale di Pechino. Furono costruite altre chiese, nonché fortezze, che diedero alla città un'apparenza storica europea, che la distingue fino ad oggi.

L'età d'oro al Portogallo in Asia sfumò quando i rivali olandesi e britannici presero le redini del commercio. Ad ogni modo, i cinesi scelsero di continuare a commerciare attraverso i portoghesi a Macao, così per più di un secolo la British East India Company e altre società si stabilirono qui, affittando case quali l'elegante Casa Garden. Quando il commercio dell'Europa con la Cina crebbe, i mercanti passavano una parte dell'anno a Guangzhou, comprando tè e articoli di lusso cinesi alle fiere biennali, usando Macao come centro ricreativo.

A seguito della guerra dell'oppio del 1841, Hong Kong fu fondata dalla Gran Bretagna, e la maggior parte dei mercanti lasciarono Macao, che divenne un caratteristico luogo isolato e tranquillo. Tuttavia Macao continuava a godere di una comoda esistenza multiculturale, con i suoi edifici storici, e diventando nel frattempo una delle fermate preferite per viaggiatori, scrittori e artisti internazionali.

In passato Macao ha sviluppato industrie quali quella tessile, delle apparecchiature elettroniche e dei giocattoli, e l'industria turistica di standard mondiale con una grande varietà di hotel, stazioni di villeggiatura, strutture MICE, ristoranti e casinò. L'economia di Macao è strettamente legata a quella di Hong Kong e della provincia del Guangdong, in particolare nella regione del delta del fiume delle perle, zona che è anche definita come una delle "piccole tigri" dell'Asia. Macao fornisce servizi finanziari, bancari, formazione del personale, supporto per il trasporto e le comunicazioni.

Oggi Macao è una ragione a statuto speciale della Repubblica popolare cinese, e, come Hong Kong, si avvale del principio "un paese, due sistemi". La piccola regione a statuto speciale sta crescendo, con sempre più edifici eretti su terra prosciugata, e nel numero e nella diversità delle sue attrazioni. La più grande di queste consiste nell'unicità della società di Macao, con comunità dell'oriente e dell'occidente che si complementano, e il grande numero di turisti che visitano la città.