Skip to Main Content

Museo Marittimo

Se la storia di Macao ha davvero un legame indissolubile con il mare, allora il Museo Marittimo non potrebbe vantare posizione migliore: sorge infatti nel Largo do Pagode da Barra, una piazza che è dedicata alla divinità taoista "A-Ma", protettrice dei pescatori, ed è anche il luogo dove si crede che siano approdati per la prima volta i portoghesi. Il punto esatto in cui attraccarono le barche corrisponde al sito del Museo Marittimo, un edificio a forma di veliero ancorato nelle acque del porto interno (Porto interior).

Al piano terra il visitatore può scoprire le tradizioni e lo stile di vita dei pescatori di Macao e del Sud della Cina: troverà numerosi tipi di imbarcazioni, strumenti per la pesca e informazioni sui differenti metodi per pescare, specie ittiche e crostacei che vivono in queste acque e persino la riproduzione della casa di un pescatore, dove potrà vedere l'intera famiglia indaffarata nei lavori che precedono o seguono l'attività della pesca vera e propria.

Particolarmente degno di nota è il "Piccolo Teatro di A-Ma", che narra la leggenda di questa divinità in cantonese, mandarino, portoghese e inglese.

Il primo piano è consacrato all'età 'delle grandi scoperte', con particolare attenzione alla storia marittima della Cina e del Portogallo, civiltà che entrarono in contatto per l'appunto attraverso il mare. Alcune mostre interattive illustrano le spedizioni dell'ammiraglio Cheng Ho, che sotto la dinastia Ming (XV secolo) guidò la flotta imperiale verso l'India e l'Arabia, raggiungendo la costa orientale dell'Africa. Anche le rotte seguite dai navigatori portoghesi nell'era delle grandi scoperte, nel corso dei secoli XV e XVI, sono ben presentate, con esposizioni corredate da campioni dei prodotti che erano al centro dei commerci: te, spezie, porcellana, seta...

Il secondo piano è dedicato alla tecnologia e ai mezzi di trasporto marittimi e analizza il tipo di legame che si è costruito nel tempo tra Macao e il mare. Vi sono in mostra diversi strumenti tradizionali accanto a modelli delle imbarcazioni più recenti, come gli aliscafi che oggi fanno la spola tra la città e Hong Kong. Merita particolare attenzione il monitor che consente ai visitatori di approfondire le loro conoscenze sul clima di Macao, interessante soprattutto nella stagione dei tifoni, quando è possibile osservare e seguire in tempo reale l'evoluzione di queste tempeste tropicali. Inoltre, i visitatori potranno osservare il cielo dell’emisfero settentrionale e una dimostrazione dell'importanza dell'astronomia nella navigazione. Attraverso le interazioni, I visitatori potranno trovare diverse costellazioni, inclusa quella che li rappresenta.

Sulla via dell'uscita si passa attraverso un corridoio con quattro acquari, che ricostruiscono gli habitat di un letto fluviale, delle acque del porto, di una barriera corallina e infine di un fondo marino con un relitto. Fuori dal museo si possono ammirare alcune mostre in cui è esposta anche una barca-drago, ossia una riproduzione in dimensioni reali delle imbarcazioni tipiche che partecipano alle gare in occasione della Festa delle Barche Drago.