Skip to Main Content

Tempio del Lin Fong

(Tempio del Loto)

Il Tempio del Loto, costruito nel 1592, è in gran parte restaurato. Il portale dell'ingresso principale, a cui fanno da guardia due leoni in pietra, è riccamente ornato di bassorilievi in terracotta scolpiti nel XIX secolo, che ritraggono personaggi storici e mitologici. Varcata la soglia, si accede a un primo padiglione che custodisce un altare su cui si erge la statua di Tin Hau, circondata da guardiani. Alle spalle si apre un cortile decorato da fregi di draghi che si attorcigliano presso uno stagno con fiori di loto e un elegante braciere in bronzo. Il tempio principale è dedicato a Kun Iam, la cui statua domina un maestoso altare. Accanto si trova una cappella consacrata a Kwan Tai. Il soffitto è particolarmente degno di nota, retto da travi in legno scuro, con tegole bianche a vista.

Il Tempio del Lin Fong è famoso perché fu per secoli la 'residenza' in cui alloggiarono i mandarini cinesi che giungevano in visita a Macao dalla provincia del Guangdong. Tra questi il personaggio di maggiore spicco fu il commissario imperiale Lin Zexu, che soggiornò qui il 3 settembre 1839. La sua visita è commemorata da una statua in granito di quasi 2 metri e da un nuovo museo nel cortile.